L’Asd Acquaviva torna sconfitto da Valledolmo dopo una vera è propria battaglia con 3 espulsioni e con un arbitraggio scandaloso

Screenshot-2016-09-22-18.08.31-865x428Torna sconfitto l’Acquaviva di mister Antonio Mistretta da Valledolmo dopo una vera e propria battaglia in campo arbitrata pessimamente dall’arbitro che non certo brillato per autorevolezza e senso di giustizia. Troppo permissivo il gioco duro attuato dai padroni di casa che alla fine hanno vinto grazie ad un calcio di punizione di Siracusa. Nel primo tempo è comunque l’Acquaviva che non demerita e ha anche delle buone occasioni con D’Anna che lanciato a rete viene falciato da dietro senza che l’arbitro prenda nessun provvedimento. Momenti di nervosismo si hanno alla fine del primo tempo quando in una mischia in area dell’Acquaviva, Palazzotto carica il portiere Lamattina (nella foto) che finisce a terra: nemmeno il tempo per l’estremo difensore di alzarsi che si vede sventolare il cartellino rosso insieme al suo avversario. Nasce un piccolo parapiglia tra i calciatori in campo con l’arbitro che sospende la gara per circa 10’ per poi mandare tutti negli spogliatoi. Nella ripresa l’ambiente continua ad essere teso e nervoso con l’Acquaviva che prova a pareggiare con Mangiapane ma senza esito. Nel finale ancora un’altra tegola per l’Acquaviva, quando Aratore viene spinto e colpisce la palla con le mani: già ammonito, viene espulso con i rossoblù che terminano in nove. La vetta si allontana per l’Acquaviva che comunque rimane nelle zone alte della classifica con un amareggiato mister Mistretta che non ha nulla da rimproverare ai suoi. A qualche fischietto forse si.

VALLEDOLMO 1

ACQUAVIVA 0

Valledolmo: Erta, Conti, Romana, Piampiano, Palazzotto, Calanni, Casucci, Biscari, Siragusa, Moro. All. Di Vita.

Acquaviva: Lamattina, Favata, Mingoia, D’Amico (Giuliano), Mantio, Aratore, Corbetto(Arnone), Orlando, D’Anna (39’ Puntrello), Castiglione, Mangiapane. All. Mistretta.

Arbitro: Andrea Augello (AG)

Reti: 35’ Siracusa

Fonte: NoiDelPlatani

FacebookTwitterGoogle+Condividi
Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>